Lama Image
01

PREMIO PILOSIO: UN EVENTO DEDICATO AI COSTRUTTORI DI PACE NEL MONDO

É il grande giorno del Premio internazionale Pilosio Costruire la Pace, organizzato dall'azienda friulana big player nel mercato delle casseforme e ponteggi per l'edilizia. Presente anche una delegazione delle Nazioni Unite. Dario Roustayan, CEO di Pilosio:“Con questo evento diamo lustro e rilevanza a chi costruisce nel mondo contribuendo a migliorare la vita delle persone”

Cultura, solidarietà, sostenibilità ed economia. Sono tante le parole chiave di un evento dal sapore internazionale che vivrà il suo momento clou con la cerimonia di consegna della seconda edizione del Premio Pilosio Costruire la Pace all'architetto Mario Cucinella, protagonista del virtuoso progetto A Green School for Gaza. La sede di Pilosio sarà oggi il teatro di una kermesse che aveva già fatto registrare il tutto esaurito nella prima edizione di un anno fa, e che quest'anno ha alzato ulteriormente il tiro richiamando ospiti di spessore mondiale: dai general contractor alle più importanti imprese di costruzione, passando per  enti governativi come le Nazioni Unite, il Ministero dell'Ambiente, rappresentato dal Sottosegretario Tullio Fanelli, e importanti firme del giornalismo italiano come il presentatore della giornata Giuseppe De Filippi, volto televisivo del TG5 di Mediaset, e la giornalista Rai Monica Maggioni.

Fra i relatori, su tutti la presenza del grande economista Nouriel Roubini, protagonista di un attesissimo intervento in cui il pubblico presente spera di poter avere nuove profezie sul futuro dell'economia mondiale dal “Doctor Doom” (Dottor Catastrofe), così chiamato dall'opinione pubblica soprattutto d'Oltreoceano dopo che, nel 2006, aveva predetto al mondo l'arrivo della grande recessione internazionale partita proprio dal “mattone”. Lo speech del grande economista, nato in Turchia e oggi docente alla New York University, è previsto alle ore 14.45 circa, appena dopo i saluti istituzionali del presidente della Regione Friuli Venezia Giulia Renzo Tondo e del contributo di Dario Roustayan, amministratore delegato di Pilosio deus ex machina dei recenti successi dell'azienda sui mercati internazionali.

Secondo momento focale della giornata, la consegna ufficiale del Premio Pilosio all'architetto Mario Cucinella per il suo progetto A Green School for Gaza, che prevede la costruzione di una scuola completamente autosufficiente, oggi work in progress, in un territorio estremo come quello di Gaza City, in Palestina. L'annuncio del vincitore è stato dato di recente da Dario Roustayan in occasione del suo intervento al World Urban Forum di Napoli con queste parole: “La scelta di premiare Mario Cucinella con il suo progetto A Green School for Gaza è perfettamente in linea con lo spirito del nostro Premio. Il suo impegno è testimonianza di come il mondo dell'architettura e dell'edilizia possano contribuire a cambiare in meglio la vita di tante persone nel mondo”.

Al momento della premiazione seguirà un momento di approfondimento di carattere sociale alla presenza dell'architetto Cucinella, del referente ONU in terra palestinese Munir Manneh, e della giornalista Rai Monica Maggioni, voce autorevole e testimonianza di cosa significhi vivere oggi nei territori occupati della Striscia di Gaza e, più in generale, nelle zone difficili del pianeta.

Il Premio internazionale Pilosio, patrocinato da Camera di Commercio e Confindustria Udine, è sostenuto da Banca Friuladria, Mida Assicurazioni, Elg Steel Spa, Kuehne+Nagel e Simon Building. La preziosa scultura-simbolo della manifestazione è realizzata in esclusiva per Pilosio dall'artista friulano Franco Maschio, maestro nella lavorazione di diversi materiali come pietra, legno e metallo.

Per maggiori informazioni: www.premio.pilosio.com